Oltrepò Mantovano

2° incontro tavolo tematico Energia – Ambiente – Rifiuti

2° incontro tavolo tematico Energia – Ambiente – Rifiuti
Meeting online, 24 novembre 2020
Piano di sviluppo strategico dell’Oltrepò Mantovano 2021-2027
2° INCONTRO TAVOLO TEMATICO INCONTRO TAVOLO TEMATICO ENERGIA- AMBIENTE – RIFIUTI
 
All’incontro, rivolto ai Sindaci e Assessori/Consiglieri comunali con delega al settore energia/ambiente/rifiuti, sono presenti 15 partecipanti collegati in videoconferenza, oltre a Carmelita Trentini, Daniele Cuizzi e Simone Taddei (Consorzio Oltrepò Mantovano).
 
Il Direttore Carmelita Trentini introduce i lavori, illustrando ai presenti l’obiettivo di questo 2° incontro, ossia fare il sunto delle progettualità emerse durante il 1° incontro e dalle schede restituite compilate da parte dei Comuni. Le progettualità emerse sono state fatte confluire in una serie di “Azioni FARO” che rappresentano le linee guida dell’Oltrepò Mantovano per le azioni da perseguire nel corso dei prossimi anni, sia tenendo presente la nuova programmazione 2021-2017, i fondi relativi al Recovery Fund e la prossima Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI). In chiusura dell’incontro, il Consorzio ha invitato a relazionare Barbara Chilesi (Vice Sindaco del Comune di San Giorgio Bigarello) al fine di portare al Tavolo la recente esperienza del Comune in ambito realizzazione di un bosco urbano.
 
L’obiettivo è dotare l’Oltrepò Mantovano di una strategia territoriale per la pianificazione energetica, la lotta al cambiamento climatico e alla perdita di biodiversità.
 
Il Direttore sottolinea che i temi energia ed ambiente sono importanti in quanto condivisi tra tutti i Comuni del Consorzio. In tal senso auspica la riattivazione della Commissione Ambiente del Consorzio Oltrepò, al fine di definire una politica attiva in questo settore porsi come attore proattivo nel dialogo con gli enti preposti a livello provinciale e regionale.
 
In seguito prosegue con l’illustrazione delle progettualità emerse in ambito energia/ambiente/rifiuti
– durante il 1° incontro:

  • individuazione/mappatura siti maggiormente inquinanti e delle aree produttive abbandonate del territorio; nuove soluzioni per riutilizzo rifiuti e smaltimenti; valutazioni sull’ampliamento della centrale termoelettrica di Ostiglia (?), rafforzamento Patto dei Sindaci per dotare l’area di un piano d’ambito per la decarbonizzazione e la lotta al cambiamento climatico, potenziamento Rete Ecologica per aumentare le piantumazioni su tutto il territorio sia urbano (aree residuali o libere) che agricolo, Piano per la Produzione di energia da fonti rinnovabili per edifici pubblici.

 
– dalle schede compilate pervenute:

  • n° 4 Schede (Moglia, Sermide, San Giacomo, Ostiglia)
    salvaguardia riforestazione, PAESC d’area, Studio per situazione futura gestione rifiuti (compreso campagna rifiuti zero), imboschimento spinto di aree pubbliche e private e realizzazione di vivai pubblici/boschi urbani, reti ecologiche (legge regionale urbanistica 12/2005), valutazione nuove tipologie costruttive in legno, campagna di sensibilizzazione e formazione verso i cittadini sui temi del risparmio ed efficientamento energetico, monitoraggio impianti impattanti sul territorio.

 
Il Direttore Trentini prosegue illustrando le Azioni Faro elaborate dal Consorzio Oltrepò in ambito cultura/turismo:

  1. PATTO DEI SINDACI PER L’ENERGIA ED IL CLIMA – PAESC;
  2. IMPLEMENTAZIONE RETE ECOLOGICA, TUTELA BIODIVERSITÀ, INCREMENTO DOTAZIONE ARBOREA DELL’OLTREPÒ MANTOVANO
  3. MAPPATURA SITI MAGGIORMENTE INQUINANTI
  4. FUTURA GESTIONE RIFIUTI

 
Per un’esposizione dettagliata della Azioni Faro, cfr. le slide allegate.
 
In seguito viene aperta la discussione con i partecipanti al Tavolo:

  • Stefano Bacchi (Sustinente) aggiunge a quanto esposto l’importanza di elaborare una progettualità anche sul tema “comunità energetiche”, di cui ci sono già vari esempi in Italia, e che consentirebbe di fornire risposte sia lato gestione energetica che gestione rifiuti sul territorio.
  • Maurizio Guidorzi (Magnacavallo) si sofferma sul tema rifiuti, ricordando che molto spesso ravvisa una mancanza di pragmatismo nell’adozione di politiche: a suo avviso è inutile intestardirsi su soluzioni di stoccaggio carta e plastica, attualmente esistono le tecnologie per eliminare tali rifiuti in maniera controllata, producendo al contempo energia dal processo (cita l’esempio dell’inceneritore di Bolzano, best practice a livello EU).
  • Claudio Sala (Moglia) si sofferma sul tema piantumazione alberi: è d’accordo con quanto esposto nell’analisi, e a suo avviso è assolutamente necessario trovare delle soluzioni per remunerare gli agricoltori in cambio delle loro disponibilità a piantumare.
  • Alberto Borsari (Presidente Consorzio Oltrepò Mantovano) afferma che alla luce degli ormai 7 incontri svolti, sono emersi moltissimi dati e proposte. E’ anche lui dell’avviso che, soprattutto sul tema energia/ambiente, è necessario che i Comuni del Consorzio adottino un forte pragmatismo.
  • Giulia Caramaschi (Pegognaga) propone, oltre ai temi emersi, di concertare una azione come Consorzio sull’annoso problema delle nutrie, che se affrontato in autonomia dai singoli Comuni non è in grado di dare risposte soddisfacenti. Il Direttore Trentini e Cuizzi intervengono che questo tema verrà inserito nelle azioni faro relative alla mappatura delle criticità esistenti e alla biodiversità.
  • Antonio Bernardelli (San Benedetto Po) si sofferma sulla questione gestione nutrie, affermando che se i Comuni non hanno a disposizione sufficienti fondi da dedicare, il problema è destinato a rimanere.
  • Interviene Alberto Borsari, chiedendo a Giulia Caramaschi la disponibilità a coordinare un gruppo di lavoro all’interno del Consorzio per concertare azioni condivise tra i Comuni per affrontare il problema delle nutrie.
  • In seguito Daniele Cuizzi introduce Barbara Chilesi, Vice Sindaco di San Giorgio Bigarello, la quale espone l’esperienza del Comune in merito ad un recente Piano di imboschimento delle aree residuali del comune. L’azione è inserita all’interno del PAESC comunale, e quindi il Comune ha inteso potenziare il patrimonio arboreo e arbustivo delle aree residuali di proprietà comunale al fine di beneficiare degli innumerevoli servizi ecosistemici offerti dalla cosiddetta “foresta urbana”. Il progetto prevede un importo considerevole di spesa (circa 335.000 euro), che il Comune intende realizzare in 3 tranche entro 3 anni. Da sottolineare che il progetto prevede sia la piantumazione degli alberi che la loro manutenzione per 5 anni.
  • Tiberio Capucci (Serravalle a Po) interviene ricordando ai presenti che all’inizio degli anni 2000 la Provincia di Mantova aveva avviato un piano provinciale di piantumazione alberi, che aveva toccato Serravalle in modo significato, non senza creare qualche contrasto tra i cittadini ed anche nell’Amministrazione comunale. In seguito però l’iniziativa, la cui realizzazione è stata affidata al Consorzio Forestale Padano, ha ottenuto consenso, e Capucci ricorda che il CFP può rappresentare un interlocutore privilegiato per il Consorzio dato che lui siede nel CdA.
  • Tazio Tirelli (Suzzara) ricorda che anche a Suzzara è presente un bosco urbano, gestito infatti dal CFP. In seguito si dice d’accordo sul fatto che il Consorzio è necessaria una unione di intenti su tutti questi temi, sia che si parli di gestione specie aliene (nutrie) o di boschi urbani.
  • Interviene in seguito Cuizzi ricordando ai presenti l’importanza di costruire delle banche dati aggiornate sul tema ambiente, in quanto queste consentirebbero al Consorzio rapidità nelle risposte ad altri Enti pubblici ma anche ad enti privati (riporta l’esempio di un insediamento produttivo nell’Oltrepò che recentemente era alla ricerca di terreni per fare piantumazioni compensative ad un loro piano di allargamento delle sede produttiva; i terreni sono stati reperiti ma solo grazie a contatti personali, non sulla base di un database disponibile).

 
Il Direttore Carmelita Trentini conclude l’incontro chiedendo agli Amministratori di indicare, tramite mail entro il 30 novembre, i nominativi di chi si propone per far parte del tavolo tecnico ristretto sul tema energia/ambiente/rifiuti. Si candidano già per il tavolo ristretto:
 

Maurizio Guidorzi

Assessore Magnacavallo

Giuliana Gulmanelli

Assessore Sermide e Felonica

Giulia Caramaschi

Assessore Pegognaga

 
 

 
 
» Report dell’incontro 24.11.2020 (.Pdf)
 
 
» Slide dell’incontro 24.11.2020 (.Pdf)
 
 
» Sintesi Piano imboschimento San Giorgio Bigarello (.Pdf)