Oltrepò Mantovano

Manifestazione di interesse – Gestione del centro ricreativo estivo diurno per minori C.R.D. – Sermide e Felonica

Manifestazione di interesse – Gestione del centro ricreativo estivo diurno per minori C.R.D. – Sermide e Felonica

Manifestazione di interesse – Gestione del centro ricreativo estivo diurno per minori C.R.D. – Sermide e Felonica
[minti_spacer height=”5″]

[minti_spacer height=”5″]
  • Stazione appaltante: Consorzio Oltrepò Mantovano
  • Valore economico: 122.000,00 €
  • Ambito della procedura: Procedura per forniture/servizi
  • Categorie merceologiche: Servizi scolastici vari
  • Tipo procedura: Manifestazione di interesse
  • Data fine ricezione offerte: ore 12:00 del 02/05/2018

Procedura pubblicata sul portale Sintel al seguente LINK »

[minti_divider style=”1″ icon=”” margin=”60px 0px 20px 0px”]

Problema tecnico relativo al pagamento ANAC
Si comunica a tutti gli operatori che, a causa del protrarsi del problema tecnico relativo al pagamento del contributo Anac, è comunque possibile procedere con la proposta di Offerta per la gara allegando nello spazio relativo un file con la seguente dicitura: “PER PROBLEMI TECNICI NON E’ STATO POSSIBILE ASSOLVERE AL PAGAMENTO ANAC”.
Tale pagamento verrà successivamente richiesto nella fase relativa al soccorso istruttorio.

OFFERTA ECONOMICA
Si comunica che il ribasso va calcolato sotto forma di sconto percentuale al ribasso sull’importo posto a base di gara che è di € 122.000.

FAQ

DOMANDA

AIn riferimento alla procedura in oggetto, si chiedono cortesemente i seguenti chiarimenti in ordine alla documentazione ammessa a comprova dei requisiti di capacità economica e finanziaria: ovvero “idonee dichiarazioni bancarie”.
Nello specifico, si chiede cortese conferma che i requisiti di fatturato globale (“Possedere un fatturato minimo annuo non inferiore a 1 volta l’importo a base d’appalto”) e di fatturato specifico (“Possedere un fatturato minimo nel settore di attività oggetto dell’appalto non inferiore a 1 volta l’importo a base d’appalto”) possano essere comprovati mediante, rispettivamente, la produzione dei bilanci e la produzione dei certificati probatori rilasciati dalle stazioni appaltanti presso cui i servizi sono stati svolti.
Questo in quanto le dichiarazioni bancarie costituiscono documentazione idonea a fornire la comprova della capacità finanziaria ed economica delle società concorrenti a far fronte agli impegni nascenti dalla specifica gara d’appalto, rappresentando la qualità dei rapporti contrattuali in atto con le società stesse, attraverso indici quali la correttezza e la puntualità nell’adempimento degli impegni assunti con l’istituto bancario, l’assenza di situazioni passive ecc. (cfr. Parere ANAC di Precontenzioso n. 159/2011, Consiglio di Stato Sez. III, n. 5704/2015; Sez. IV, n. 108/2016 e n. 854/2016; Sez. V, n. 1168/2015 e n. 108/2016; Tar Napoli n. 3990/2017) – e pertanto sono evidentemente inidonee a comprovare sia il fatturato globale, sia il fatturato specifico di un’impresa.

RISPOSTA

Si conferma che trattasi di un refuso e che così come previsto dall’art. 86 4 comma del D.Lgs 50/2016 e s.m.i., le capacità economiche finanziarie potranno essere comprovate mediante la produzione di bilanci e la produzione di certificati probatori rilasciati da altre stazioni appaltanti.
Sarà cura di questo ente specificare il tutto in sede di approvazione del Bando/disciplinare della gara in oggetto.

[minti_spacer height=”15″]