Oltrepò Mantovano

Oltrepò Smart Land

Oltrepò Smart Land
BANDO PER FINANZIAMENTO IMPRESE DISTRETTO DELL’ATTRATTIVITÀ

Iniziative di area vasta per l’attrattività territoriale integrata turistica e commerciale della Lombardia

OLTREPÒ SMART LAND
“Le terre mantovane dell’Oltrepò, un accoglienza tra innovazione e tradizione”


Scarica il bando completo (.Pdf) »


» Allegato 1 – Criteri di valutazione
» Allegato 2 – Domanda bando DAT
» Allegato 3 – Rendicontazione DAT
» Allegato 4 – Codici ATECO
Art 1. Oggetto
1.1 L’amministrazione comunale di Poggio Rusco, in qualità di capofila del Distretto del’Attrattività denominato OLTREPÒ SMART LAND, a cui partecipano i Comuni di: POGGIO RUSCO, SERMIDE, FELONICA, CARBONARA DI PO, VILLA POMA, MAGNACAVALLO, BORGOFRANCO SUL PO, REVERE, SUSTINENTE, SERRAVALLE A PO, PIEVE DI CORIANO, SAN GIOVANNI DEL DOSSO, nell’ambito delle politiche di valorizzazione del commercio e del turismo integrato, a seguito dell’approvazione del finanziamento ottenuto da Regione Lombardia con decreto n. 7131 del 7 settembre 2015, intende concedere, attraverso questo bando, finanziamenti a fondo perduto alle imprese del settore commercio e turismo, situate nel territorio del distretto, per favorire e migliorare l’accoglienza e l’attrattività dell’offerta commerciale attraverso specifiche azioni ed interventi diretti a valorizzarne le potenzialità l’insediamento e lo sviluppo di attività e servizi innovativi.
1.2 Costituiscono parte integrante del seguente bando in oggetto i seguenti allegati:

  • Allegato 1 – Criteri di valutazione
  • Allegato 2 – Modulo di domanda per la partecipazione al bando
  • Allegato 3 – Modulo per la comunicazione di compiuta realizzazione del progetto e per la rendicontazione ai fini dell’erogazione del contributo

Allegato 4 – Elenco codici ATECO ammessi.
Art. 2. Finalità e spese ammissibili
2.1 Il bando ha lo scopo di finanziare le iniziative che alla data della domanda risultino:

  • da realizzare e da concludersi entro e non oltre il 18 Luglio 2016;
  • già realizzate e concluse con spese a partire dal 4 Aprile 2014;
  • in corso di realizzazione con spese a partire dal 4 Aprile 2014 e da sostenersi entro e non oltre il 18 Luglio 2016.

Le iniziative finanziabili devono rientrare in una o più delle seguenti tipologie:

  • innovazione dei sistemi e dell’offerta commerciale e turistica con particolare attenzione all’utilizzo di tecnologie digitali per la vendita e la promozione on line;
  • riqualificazione degli edifici relativamente alle facciate e ai fronti strada pertinenti;
  • attività promozionali.

2.2 In particolare, sono ammissibili le spese strettamente funzionali al progetto, relative a:

  • esecuzione di lavori e opere edili per la sistemazione di facciate e fronti strada pertinenti ad attività commerciali e turistiche;
  • organizzazione di iniziative e campagne promozionali;
  • realizzazione di brochure e materiali editoriali;
  • erogazione di servizi di interesse collettivo funzionali alla fruizione degli spazi dell’attrattività turistica e commerciale e all’accoglienza dei visitatori nell’ambito del distretto;
  • formazione delle imprese turistiche e commerciali per il miglioramento delle competenze manageriali, linguistiche e organizzative del punto vendita;
  • acquisto di sistemi e tecnologie digitali per la promozione e la vendita on line di prodotti, servizi per la gestione delle prenotazioni, della promozione dell’offerta turistica e commerciale, sistemi per conoscere il comportamento dei clienti, software per la fidelizzazione della clientela, sistemi web marketing, vetrine interattive, espositori innovativi, interfacce, vetrofanie, totem e smart poster, sistemi innovativi per la sicurezza.

Non sono ammissibili le seguenti spese:

  • acquisto di terreni o immobili;
  • materiali di consumo,
  • contratti di manutenzioni;
  • acquisto di materiali e di attrezzature usati;
  • atti notarili, registrazione, imposte e tasse;
  • lavori eseguiti in economia;
  • leasing;
  • installazione di video giochi;
  • spese in auto fatturazione.

2.3 Sugli interventi e gli acquisiti oggetto del contributo, i beneficiari non potranno godere, di altre agevolazioni. In particolare le agevolazioni previste dal presente bando saranno concesse in applicazione delle disposizioni previste dal Regolamento (UE) n. 1407/2013 e successive modifiche e integrazioni relativo all’applicazione degli artt. 107 e 108 del Trattato agli aiuti d’importanza minore (“de minimis”).
 
Art 3 . Soggetti beneficiari e area d’intervento
3.1 Il bando è destinato ad imprese:

  • singole o associate con sede legale e/o operativa nel Distretto;
  • attive ed iscritte nell’apposito registro tenuto dalla Camera di Commercio;
  • che alla data di presentazione della richiesta di contributo e fino all’erogazione del saldo del contributo presentino un codice ATECO di attività prevalente compreso nell’elenco di cui all’Allegato 4.

3.2 L’area geografica di intervento, cioè la zona di realizzazione del progetto, è inclusa nel territorio dei seguenti Comuni: POGGIO RUSCO, SERMIDE, FELONICA, CARBONARA DI PO, VILLA POMA, MAGNACAVALLO, BORGOFRANCO SUL PO, REVERE, SUSTINENTE, SERRAVALLE A PO, PIEVE DI CORIANO, SAN GIOVANNI DEL DOSSO.
3.3 Per accedere al finanziamento, le imprese commerciali e turistiche che detengono a qualsiasi titolo apparecchi per il gioco d’azzardo lecito devono assumere l’impegno a rimuovere, alla scadenza del contratto di installazione stipulato con il concessionario, gli apparecchi per il gioco d’azzardo lecito eventualmente detenuti a qualsiasi titolo, e non possano procedere con nuove installazione dalla data di presentazione della domanda di finanziamento e per i successivi tre anni dall’erogazione del contributo.
Art. 4 – Modalità di presentazione della domanda
4.1 Le domande devono essere presentate entro il 29.03.2016 compilando la modulistica allegata, ed inviando la domanda esclusivamente all’indirizzo PEC del Consorzio dell’Oltrepò Mantovano:consorziooltrepomantovano@pec.it
Nell’oggetto del messaggio di posta certificata andrà inserita la dicitura “INVIO DOMANDA BANDO DAT 2016”. Gli allegati al messaggio PEC, in formato pdf o in formato p7m (per chi utilizza la firma digitale), dovranno includere:
la domanda di finanziamento in carta semplice come da Allegato 2 – Modulo di domanda per la partecipazione al bando (accompagnata da documento di identità del titolare o del legale rappresentante dell’impresa se il modulo viene sottoscritto con firma autografa anziché con firma digitale);
una breve relazione delle attività che si intendono realizzare e/o già realizzate;
il prospetto delle spese previste o effettuate, corredato dalle fatture quietanzate, per le spese già sostenute, oppure con i preventivi per le spese ancora da sostenere.
Verranno escluse le imprese la cui domanda non sia stata presentata nei termini e con le modalità previste dal presente bando. È fatta salva la facoltà della commissione di cui al successivo art. 5, comma 1, di richiedere documentazione integrativa e/o esplicativa qualora quella ricevuta e le informazioni fornite risultassero parziali e/o incomplete.
Art. 5 – Esame delle domande e graduatoria
5.1 Per la valutazione delle domande, che avverrà entro 30 giorni dalla data di chiusura del Bando, sarà nominata una apposita Commissione.
5.2 La Commissione esaminerà le domande e stilerà una graduatoria in base ai criteri di cui all’Allegato 1 (comprendenti le premialità previste per chi in fase di presentazione del DAT aveva inoltrato le manifestazioni di interesse). Sulla base della graduatoria finale verranno assegnati i contributi fino ad esaurimento risorse.
5.3 La graduatoria verrà pubblicata all’Albo pretorio on line del Comune capofila, Poggio Rusco, nonché dei Comuni aderenti al Distretto e sul sito del Consorzio Oltrepò Mantovano. Ai partecipanti sarà inviata comunicazione a mezzo PEC.
5.4 L’eventuale rinuncia al finanziamento da parte dei beneficiari dovrà essere comunicata entro 30 giorni dal ricevimento della notifica di assegnazione.
Art. 6 – Entità e modalità di erogazione dei finanziamenti
6.1 Il finanziamento in conto capitale sarà assegnato in un’unica soluzione, sulla base delle spese ammissibili, dopo la rendicontazione dei costi effettivamente sostenuti e dopo che capofila e Consorzio Oltrepò Mantovano abbiano verificato:

  • la veridicità della documentazione inoltrata;
  • lo stato di effettiva attività dell’impresa;
  • la regolarità delle posizioni contributive INPS ed INAIL.
  • Ente capofila e Consorzio Oltrepò Mantovano possono eseguire eventuali sopraluoghi a campione per verificare in loco la realizzazione degli interventi finanziati.

6.2 Il contributo è pari al 50% delle spese ammissibili, ed è compreso fra un massimo di € 15.000(al netto dell’IVA) ed un minimo di € 500 (al netto dell’IVA).
Art. 7 – Norme per la tutela della privacy
7.1 Ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 del decreto Legislativo n. 196/2003, i dati personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito del procedimento per il quale le dichiarazioni verranno rese.
Art. 8 – Informazioni
8.1 Il bando e gli allegati sono disponibili:

 


Scarica il bando completo (.Pdf) »


» Allegato 1 – Criteri di valutazione
» Allegato 2 – Domanda bando DAT
» Allegato 3 – Rendicontazione DAT
» Allegato 4 – Codici ATECO