Oltrepò Mantovano

Bando per la selezione personale figura direttiva. Direttore del Gal Terre del Po

Bando per la selezione personale figura direttiva. Direttore del Gal Terre del Po

Avviso pubblico di procedura comparativa e selettiva per l’affidamento di n. 1 incarico di
DIRETTORE del GAL TERRE DEL PO

 
“Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020
MISURA 19 SOSTEGNO ALLO SVILUPPO RURALE LEADER”
OPERAZIONE 19.4.01
Tipologia: costi di gestione

 

[minti_button link=”http://www.oltrepomantovano.eu/trasparenza/wp-content/uploads/2017/07/BANDO-DIRETTORE-GALrev.pdf” size=”small” target=”_blank” lightbox=”false” color=”color-2″ icon=””]» Scarica il bando completo (Pdf)[/minti_button]
[minti_button link=”http://www.oltrepomantovano.eu/wp-content/uploads/2017/07/Allegato-1-DIR.pdf” size=”small” target=”_blank” lightbox=”false” color=”color-2″ icon=””]» Scarica l’Allegato 1 – Domanda di ammissione alla selezione (Pdf)[/minti_button]
 
 
Approvato dal Consiglio di Amministrazione del GAL TERRE DEL PO con deliberazione del 22 novembre 2016 N. 5
Revisionato dal Consiglio di Amministrazione con deliberazione del 9/2/2017 n.7

 
 

PSR LOMBARDIA 2014- 2020
SOSTEGNO ALLO “SVILUPPO RURALE LEADER”

Reg. CE n. 1303/2013 – del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale.
Avviso pubblico di procedura comparativa e selettiva per l’affidamento di n. 1 incarico di DIRETTORE del GAL TERRE DEL PO nell’ambito del Piano di Sviluppo Locale Misura 19 sostegno allo sviluppo locale Leader del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Lombardia 2014-2020.
 
Visto:

  • il Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio;
  • il Regolamento (UE) n. 1305/2013 e successive disposizioni applicative del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che abroga il regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio;
  • il Regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 sul finanziamento, sulla gestione e sul monitoraggio della politica agricola comune e che abroga i regolamenti del Consiglio (CEE) n. 352/1978, (CE) n. 165/1994, (CE) n.
    2799/1998, (CE) n. 814/2000, (CE) n. 1290/2005 e (CE) n. 485/2008;
  • il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Lombardia per il periodo 2014-2020 (di seguito per brevità indicato come PSR 2014-2020) attuativo del citato Regolamento (UE) n. 1305/2013, nella formulazione approvata dalla Commissione Europea con Decisione di esecuzione CE (2015) 3530 finale del 26 maggio 2015, -il bando di selezione dei gruppi di azione locale e le disposizioni attuative della Misura 19 del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Lombardia per il periodo 2014-2020 approvato dalla giunta regionale con D.d.u.o 31.07.2015 n. 6547;
  • il Regolamento Interno del Gal TERRE del PO approvato con delibera n.3 del 28 ottobre 2016;
  • la delibera del Consiglio di Amministrazione del Gal TERRE del PO n. 5 del 22 novembre 2016 che approva il presente Avviso Pubblico finalizzato all’individuazione del personale da assumere in dotazione del GAL per le attività previste nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale della Lombardia (PSR) 2014-2020, Misura 19 “Sostegno allo Sviluppo Locale Leader”.

Visto:

  • il D.u.U.o del 29.07.2016 della DG Agricoltura di Regione Lombardia relativo all’approvazione della graduatoria dei piani di sviluppo locale ammissibili tra cui il PSL del GAL TERRE del PO
  • Considerata:
    la necessità, per questa società, di avvalersi di un DIRETTORE a supporto della propria attività, idoneo a poter essere inserito nell’organigramma del GAL
    RENDE NOTO
    che è indetta una selezione, per la copertura di n. 1 di Direttore GAL TERRE DEL PO.

     
     
    Art. 1 OGGETTO, DURATA E TRATTAMENTO ECONOMICO
    1.1 Funzione della figura ricercata
    La figura ricercata è quella di DIRETTORE del Programma di Sviluppo Locale (PSL) denominato “GAL Terre del Po – Un piano per un sistema intelligente, un piano per una crescita sostenibile, di cui alla Misura 19 – Leader del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Lombardia.
    La figura svolgerà funzioni direttive di rilevante importanza per lo sviluppo e l’attuazione degli obiettivi nell’ambito di strategie e programmi definiti: tali mansioni comportano una specifica ed elevata capacità professionale, acquisita mediante approfondita preparazione
    teorica e tecnico pratica con capacità di progettazione nell’ambito della gestione di programmi e progetti cofinanziati con fondi dell’Unione Europea. La figura, inoltre, dovrà avere la capacità di relazione con soggetti pubblici e privati che operano sul territorio ed
    essere in grado di dirigere una struttura amministrativa.
    Più in particolare:

    • direzione e coordinamento della struttura operativa del GAL e responsabile delle risorse umane interne;
    • funzioni di responsabile amministrativo del Programma di Sviluppo Locale (PSL), previsto dalla Misura 19 – Leader del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Lombardia e in particolare, predisporre tutti gli atti e i documenti necessari agli adempimenti finali dell’Organo decisionale o specificatamente richiesti dalle autorità competenti, quali deliberazioni, verbali convenzioni, bandi di gara, certificazioni annuali, relazioni annuali sull’attività svolta, protocolli accordi, rapporti annuali sullo stato di attuazione del PSL;
    • rapporti con l’Organismo pagatore regionale;
    • eventuale predisposizione ed aggiornamento dei regolamenti interni del GAL;
    • coordinamento dell’attività di assistenza ai beneficiari Leader in ordine alle questioni di carattere amministrativo e tecnico;
    • supporto all’organo esecutivo del GAL: partecipazione alle riunioni del CDA e dell’Assemblea e predisposizione di una periodica pianificazione delle attività, atta a garantire il rispetto degli impegni assunti;
    • intrattenere rapporti con la Regione, lo Stato, l’Unione Europea e con tutti i soggetti coinvolti nelle attività di attuazione, monitoraggio, controllo e valutazione del PSL;
    • elaborazione di eventuali varianti/rimodulazioni del Piano di Sviluppo Locale;
    • altre attività connesse all’attuazione del PSL quali: promozione e divulgazione del PSL e delle previste azioni sul territorio, delle potenziali opportunità e prospettive di sviluppo previste;
    • coordinamento ed attività finalizzate all’integrazione di azioni innovative e di sviluppo, sia in collegamento con il PSL che derivanti dalle opportunità offerte da altri programmi in atto (regionali, nazionali, comunitari);
    • svolge azioni di ricerca, sensibilizzazione ed ascolto sui temi specifici legati alla promozione dello sviluppo del territorio rurale;
    • assistenza tecnica direzionale all’attività di programmazione e progettazione;
    • predisposizione e attuazione del piano di comunicazione e di altri eventuali specifici progetti;
    • promozione della partecipazione attiva alle reti ed ai progetti di cooperazione con altre aree sia a livello interterritoriale che transnazionale;
    • ogni altra funzione attinente al ruolo di direttore;
    • funzioni di responsabile del procedimento e responsabile dei servizi.

     
    1.2 Durata
    L’incarico ha valore triennale a partire dalla data di sottoscrizione. Trattandosi di incarico professionale di natura fiduciaria per il coordinamento di un Programma a carattere pluriennale, si prevede, allo scadere del terzo anno, la possibilità di rinnovare il contratto in termini annuali o pluriennali consoni alla gestione e alla rendicontazione del finanziamento europeo.
     
    1.3 Modalità organizzative e Trattamento economico
    Il direttore deve inoltre garantire massima flessibilità e la sua presenza sempre per esigenze connesse alle funzioni e/o la partecipazione ad incontri programmati. E’ previsto un orario minimo di almeno 30 ore settimanali e una presenza giornaliera di almeno 4 giorni su cinque presso una delle sedi del Gal (salvo impegni di trasferta).
    Dovrà conciliare la propria presenza con le necessità del Presidente e di eventuali riunioni di Cda e presenze istituzionali senza vincoli di orario.
    Il direttore per gli spostamenti territoriali dovrà utilizzare l’auto propria ed in questo caso verrà riconosciuto un rimborso kilometrico secondo il regolamento interno.
    Il compenso lordo annuo per lo svolgimento delle prestazioni è fissato in euro 45.000,00 (quarantacinquemila/00); restano esclusi iva di legge e oneri previdenziali a seconda del sistema previdenziale di appartenenza.
    La sede di servizio e di riferimento per lo svolgimento dell’incarico è presso le sedi operative del GAL TERRE del PO stabilite in Quistello e in Rivarolo mantovano e verrà richiesta la presenza frequente sul territorio di competenza presso gli uffici decentrati e nelle sedi in cui si svolgano incontri e riunioni.
     
     
    Art. 2 REQUISITI PER L’AMMISSIONE
    Per l’ammissione alla procedura selettiva, i partecipanti dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti, richiesti a pena di esclusione:
    1) Cittadinanza italiana o cittadinanza di uno degli stati membri dell’Unione Europea, in possesso del corrispondente titolo di studio riconosciuto ed equiparato a quello richiesto per i candidati di nazionalità italiana;
    2) età non inferiore agli anni 18 (diciotto) alla data di pubblicazione dell’Avviso;
    3) insussistenza di condanne penali che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni, la costituzione del rapporto d’impiego;
    4) possesso della patente di guida, categoria B ed automunito;
    5) possesso di uno dei seguenti titoli di studio: Laurea specialistica /magistrale ai sensi del vigente ordinamento ovvero Diploma di laurea secondo il previgente ordinamento universitario conseguita presso Università Italiane nelle materie giuridiche e/o economiche,
    agrarie ed agroalimentari, ingegneria gestionale;
    6) Adeguate conoscenza delle Politiche e Programmi dell’Unione Europea, delle regole e modalità di gestione dei Fondi Strutturali, in particolare del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2007/2013 e 2014/2020 e delle misure rivolte allo sviluppo locale Leader.
    Conoscenza approfondita del territorio provinciale, in particolare sotto il profilo ambientalepaesaggistico e socio-economico (sistemi produttivi locali);
    7) esperienza in procedure di selezione, interventi e di procedure di gara e bandi per la selezione dei progetti e esperienza in materia di Enti territoriali;
    8) Competenze e capacità specifiche: deve possedere ottime capacità organizzative, comunicative e relazionali. Esperienze di almeno 7 anni documentate nella gestione di progetti a parternariato complesso, di gestione di fondi pubblici Europei, di relazioni e consulenze con Enti pubblici, associazioni e organizzazioni di settore del territorio. Deve aver conseguito esperienze nella gestione aziendale, nell’animazione e concertazione;
    9) conoscenza della realtà socio-economica territoriale ed istituzionale del territorio Psl
    10) possesso della conoscenza della lingua inglese parlata e scritta e dei principali strumenti informatici.
    Il direttore non potrà ricoprire contemporaneamente altri incarichi retribuiti di qualsiasi genere concernenti l’attuazione del PSL all’interno dello stesso Gal; il direttore potrà ricoprire altri incarichi di natura professionale purché gli stessi siano residuali e non
    prevalenti rispetto all’attività svolta per il Gal.
     
     
    ART. 3 TERMINE E MODALITA’ DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE ALLA SELEZIONE
    La domanda di ammissione alla selezione (Allegato 1) deve essere redatta in carta semplice, debitamente sottoscritta, secondo lo schema che è allegato al bando, riportando tutte le indicazioni che i candidati sono tenuti a fornire. In particolare, in tale domanda è fatto obbligo al candidato dichiarare, sotto la propria personale responsabilità:
    a) Cognome e nome, scritti in carattere stampatello se la domanda non è dattiloscritta;
    b) Il luogo e la data di nascita;
    c) L’indirizzo e-mail (o pec), la residenza, il domicilio o il recapito ai quali si desidera che siano trasmesse le comunicazioni relative al concorso e l’impegno a far conoscere le eventuali successive variazioni di indirizzo;
    d) Codice fiscale e/o partita iva;
    e) Il possesso della cittadinanza italiana oppure della cittadinanza di uno degli stati membri dell’Unione Europea;
    f) Le eventuali condanne penali riportate (anche se sia stata concessa amnistia, indulto, condono o perdono giudiziale), nonché la eventuale esistenza di pendenze penali o procedimenti in corso; in caso negativo dovrà essere dichiarata l’insussistenza di condanne
    penali e di procedimenti penali in corso;
    g) Il possesso del titolo di studio richiesto per l’ammissione alla selezione con indicazione dei seguenti elementi:
    • Data di conseguimento
    • Facoltà di appartenenza
    • Università di rilascio;
    h) Il possesso della patente di guida e di essere automunito;
    i) La conoscenza della lingua italiana (solo per i cittadini stranieri).
    I concorrenti portatori di handicap ai sensi della L. 104/92 dovranno specificare l’ausilio necessario per l’espletamento delle prove di selezione, nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi, in relazione alla propria condizione di portatori idi handicap, per sostenere
    le prove stesse.
    Non è sanabile e comporta l’esclusione dalla selezione l’omissione nella domanda:
    • Del cognome, nome, residenza, domicilio del concorrente e indirizzo e-mail;
    • Della firma del concorrente, a sottoscrizione della domanda stessa, che non necessita di
    autenticazione;
    • Copia della carta d’identità.
     
     
    ART. 4 ALLEGATI ALLA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA SELEZIONE
    Alla domanda di partecipazione alla selezione, il candidato deve allegare:
    a) Copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità
    b) Copia fotostatica del titolo di studio
    c) Curriculum formativo e professionale debitamente sottoscritto
    d) Dichiarazione relativi alla partecipazione a Master e/o corsi
    La domanda deve essere corredata da un elenco, in carta libera, di tutti i documenti alla stessa allegati.
     
     
    ART. 5 PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
    La domanda di ammissione alla selezione redatta in carta semplice, deve essere
    indirizzata a:
    GAL TERRE DEL PO Piazza Italia n. 1 – 46010 Commessaggio (MN)
    • spedita unicamente con tutti i documenti firmati digitalmente, tramite posta elettronica certificata, all’indirizzo: gal.terredelpo@pec.it con esclusione di qualsiasi altro mezzo, e dovrà pervenire entro il termine perentorio del 5/8/2017 entro le ore 12.00
    Il GAL non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni, dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo cambiato nella domanda, né per eventuali disguidi o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
    Scaduto il termine per la presentazione delle domande, non è consentito alcuna regolarizzazione di domande pervenute con omissioni e/o incompletezze rispetto a quanto espressamente richiesto dal presente bando. Non sono tuttavia motivo di esclusione le omissioni e/o le incompletezze di una o più delle dichiarazioni qualora il possesso dei requisiti non dichiarato possa ritenersi implicito nella dichiarazione afferente ad altro requisito o risulti dal contesto della domanda o dalla documentazione formalmente rimessa in allegato alla domanda medesima.
     
     
    ART. 6 SELEZIONE
    La selezione avverrà attraverso una valutazione curriculare e una prova orale. La commissione, composta da 3 membri esterni alla società, procederà alla valutazione dei candidati secondo il seguente ordine:
    – Esame dell’ammissibilità delle domande
    – Valutazione dei titoli
    – Colloquio
    Calcolo punteggi:
    Saranno invitati a presentarsi a colloquio i 3 candidati ritenuti più idonei in base alla valutazione dei documenti; nel caso le manifestazioni di interesse pervenute siano inferiori a 3 il colloquio verrà effettuato con tutti i richiedenti.
    Al termine del colloquio verrà redatta una graduatoria, per ogni figura ricercata, il cui punteggio finale sarà così decretato:

    • 60 punti ottenuti nella fase di selezione curriculare, secondo le modalità indicate all’art. 6 SELEZIONE CURRICURALE;
    • 40 punti ottenuti nella PROVA ORALE, secondo le modalità indicate all’art. 6 SELEZIONE ORALE;

     
    Per i candidati che risultano essere ammissibili alle prove di esame verrà attribuito un punteggio di SELEZIONE CURRICULARE che si basa su questi elementi:

    • Punteggio di laurea: Sopra 100/110 o equiparato | fino a 5 punti
    • Livello di qualificazione nella gestione di strutture tecnico-amministrativa, con competenza pluriennale, almeno 7 anni, nell’ambito della gestione di progetti a partenariato complesso, di relazioni e consulenze con enti pubblici, associazioni e
      organizzazioni di settore del territorio.
      Gestione aziendale, animazione e concertazione. In particolare adeguata conoscenza dei precedenti periodi di programmazione europea, gestione fondi strutturali ed in particolare del PSR 2007/2013 e delle misure rivolte allo sviluppo locale Leader.
      Esperienze di qualificazione dei componenti della struttura tecnico-amministrativa con competenza pluriennale nell’ambito dei precedenti periodi di programmazione europea, con particolare riferimento alla gestione di progetti finanziati dal PSR, dai fondi strutturali, da
      programmi europei a gestione diretta (es. Life, Horizon, Cultura 2000) e dal FEP
      Punteggio fino a 10 punti
    • Esperienze gestionali di società e/o enti e gestione di strutture complesse
      Svolgimento di attività e ruoli in posizione funzionale gerarchica similare a quella messa a bando
      Punteggio fino a 15 punti
       
      Esperienza professionale di almeno 3 anni nella gestione di strutture complesse con la presenza di un numero di risorse uguale o superiore a 5
      Punteggio fino a 10 punti
       
      Comprovata conoscenza del territorio di competenza del Gal Terre del Po
      Punteggio fino a 15 punti
    • Partecipazione a Master e/o corsi
      Conseguimento di Master e/o corsi di aggiornamento aventi come oggetto la politica comunitaria, la nuova regolamentazione e lo sviluppo rurale
      Punteggio fino a 5 punti
      N.B.: nella domanda d’ammissione, potrà essere contrassegnata un’unica opzione, per ogni blocco di domande, e sarà attribuito alla stessa il corrispettivo punteggio indicato sopra.

    PROVA ORALE
    Coloro che hanno raggiunto un punteggio minimo di 36/60 nella valutazione curriculare passeranno alla prova orale. La prova orale consisterà in un colloquio avente ad oggetto la valutazione della caratteristica trasversali e attitudinali del candidato, la motivazione e le
    pregresse esperienze in linea con il profilo per il quale ci si candida e la conoscenza del territorio che lo stesso deve avere.
    Al termine delle prove orali verrà redatta una graduatoria.
    La commissione valuterà la capacità del candidato attraverso:

    • Approfondimenti sulle competenze professionali, fondamenti dello sviluppo Rurale della zona, conoscenze delle tematiche di filiera, conoscenze del territorio e conoscenza della gestione delle risorse naturali
      fino a 10 punti
    • Approfondimenti sul quadro normativo ed istituzionale di riferimento e in particolare sul contesto istituzionale di riferimento, sul PSR regionale 2014-2020, su programmi operativi e Fondi Europei, sulle procedure amministrative connesse alla gestione del Piano di Sviluppo Locale
      fino a 10 punti
    • Approfondimenti sulle conoscenze territoriali e di filiera agroalimentare e sulle peculiarità ambientali e socio-economiche delle zone di competenza del Gal Terre del Po.
      fino a 10 punti
    • Approfondimenti sulla visione strategica e in particolare sulle strategie di sviluppo, capacità di problem solving, capacità comunicativa e relazionale (public speaking)
      fino a 10 punti

     
     
    ART. 7 ESITI DELLA SELEZIONE
    L’esito dell’ammissione alla selezione, per la copertura di n. 1 posto a Direttore, avverrà esclusivamente tramite pubblicazione sulla pagina del sito web del GAL e sul sito web della Provincia di Mantova.
    Sui siti saranno visibili i candidati ammissibili e non ammissibili, all’esito della valutazione del curriculum.
    La convocazione alla prova di selezione orale avverrà esclusivamente tramite PEC, inviando comunicazione all’indirizzo specificato sulla scheda d’iscrizione.
    Il GAL pubblicherà sui siti sopra indicati gli esiti del colloquio dei candidati. La graduatoria rimarrà valida fino al 31/12/2017. In caso di mancata assunzione del vincitore o recesso dal contratto il GAL contatterà il candidato immediatamente successivo nella graduatoria finale, che rimane valida fino al 31/12/2017.
     
     
    ART.8 RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
    Il responsabile del procedimento è individuato nel Sig. Meneghetti Francesco
     
     
    ART. 9 DISPOSIZIONI FINALI
    Il GAL si riserva, altresì, la facoltà di prorogare, sospendere o modificare il presente avviso, integralmente o in parte; si riserva, altresì di non procedere ad alcuna assunzione per sopraggiunti motivi e esigenze difformi anche di tipo organizzativo.
    Per eventuali ulteriori informazioni gli aspiranti potranno rivolgersi al seguente numero di Tel. 0376414458 oppure via E-mail: gal.terredelpo@pec.it
    Il presente bando e la relativa domanda di ammissione (Allegato 1) sono consultabili sui Siti Internet www.galterredelpo.it e www.provincia.mantova.it.
    Si avverte che la esecutività del presente Bando è subordinata all’approvazione Definitiva della Direzione Generale Agricoltura di Regione Lombardia. Conseguentemente sono pertanto possibili modifiche o addirittura annullamento dello stesso anche in fase di pubblicazione. Le comunicazioni in proposito saranno tempestivamente pubblicate presso il sito www.galterredelpo.it e www.provincia.mantova.it e inviate a tutti i soggetti a cui è stato fatto espresso invito di pubblicazione.
     
     
    ART. 10 RINVIO
    Per quanto qui non espressamente previsto si rinvia alla normativa vigente in materia.

     
     

    [minti_button link=”http://www.oltrepomantovano.eu/trasparenza/wp-content/uploads/2017/07/BANDO-DIRETTORE-GALrev.pdf” size=”small” target=”_blank” lightbox=”false” color=”color-2″ icon=””]» Scarica il bando completo (Pdf)[/minti_button]
    [minti_button link=”http://www.oltrepomantovano.eu/wp-content/uploads/2017/07/Allegato-1-DIR.pdf” size=”small” target=”_blank” lightbox=”false” color=”color-2″ icon=””]» Scarica l’Allegato 1 – Domanda di ammissione alla selezione (Pdf)[/minti_button]