SIPOM - Sistema dei Parchi dell'Oltrepò Mantovano

SIPOM – Sistema dei Parchi dell’Oltrepò Mantovano

Sede Operativa:
c/o Comune di Pieve di Coriano | Piazza Gramsci, 5 – 46020 Pieve di Coriano (MN)

Contatti:
info@sipom.eu


www.sipom.eu

Tel. +39 0386.791001 (C/O Consorzio Oltrepò Mantovano)

L’Oltrepò Mantovano conserva una sorprendente ricchezza naturalistica: si tratta di una natura marginale, residuale, miracolosamente sopravvissuta allo sfruttamento agricolo o amorevolmente ricostruita, il cui valore aumenta esponenzialmente per la presenza del Po, il più straordinario ecosistema padano.

Non stupisce quindi che già negli anni ’80 vennero istituite leRiserve naturali regionali Paludi di Ostiglia, Isola Boscone e Isola Boschina e, a partire dagli anni ’90, i Parchi Locali San Lorenzo, San Colombano, Golene di Foce Secchia e Gruccione, per approdare nel 2006 al riconoscimento su scala europea del tratto mantovano del fiume Po, con l’istituzione della Zona di Protezione Speciale “Viadana, Portiolo, San Benedetto Po, Ostiglia”.

Oltre 9.000 ettari di territorio protetto che racchiudono uno spaccato degli ambienti più significativi della natura dell’Oltrepò come sabbioni, lanche, bugni, saliceti, boschi planiziali e paludi. Un’eccezionale varietà di habitat che danno ospitalità a oltre 300 specie animali alcune delle quali di assoluta importanza a livello europeo come ad esempio il tarabuso, il tarabusino, l’airone rosso, il falco di palude, la rana di Lataste, la testuggine di palude, la lucertola vivipara e il tritone crestato, solo per citarne alcune.

Una costellazione di aree protette che nel 2007, attraverso un processo spontaneo di aggregazione, hanno unito i propri sforzi dando vita al Sistema Parchi dell’Oltrepò Mantovano con l’obiettivo di coniugare la protezione della natura e lo sviluppo locale attraverso l’attuazione della Carta Europea del Turismo Sostenibile: lo strumento di riferimento della politica turistica  dei parchi dell’Unione Europea.

Gli habitat naturali e seminaturali:

  • i boschi ripariali: saliceti, boschi di querce, olmi e pioppi;
  • i fiumi e le golene: acque correnti, sabbioni, boschi ripariali, lanche attive e lanche morte, bugni, pioppeti, seminativi;
  • le paludi: canneti, cariceti, ambienti acquatici;
  • la campagna: boschetti planiziali, siepi, filari, rivali di platano, alberi isolati, vegetazione delle sponde dei fossi e dei canali (canneti, tifeti e cariceti), ambienti acquatici dei fossi e canali, maceri e cave dimesse, prati permanenti, medicai, frutteti e vigneti, pioppeti, arboreti da legno, seminativi.

La fauna:

  • 235 specie di uccelli;
  • 27 specie di mammiferi;
  • 26 specie di pesci;
  • 11 specie di rettili;
  • 9 specie di anfibi.

Una particolare attenzione è stata rivolta alla ciclabilità con la creazione della Ciclovia dei Parchi: percorso di oltre 270 chilometri che collega tra loro le aree protette del Sistema Parchi, perfettamente  integrato con la rete degli Itinerari cicloturistici dell’Oltrepò Mantovano, le ciclovie della Provincia di Mantova e i percorsi transnazionali Eurovelo 7 e 8.

CONSORZIO OLTREPÒ MANTOVANO:
un sistema per lo sviluppo locale

Un sistema di governance territoriale per la gestione integrata e coordinata dei sistemi culturali, ambientali, turistici, dei servizi associati, del sistema socioeconomico e rurale dell’oltrepò mantovano.
Consorzio Oltrepò Mantovano
Distretto Rurale dell'Oltrepò Mantovano
Sportello Unico delle attività produttive Destra Secchia
Sistema Bibliotecario Legenda
SIPOM - Sistema Parchi Oltrepò Mantovano
Sistema Po Matilde
Strada del tartufo Mantovano