Progetto DOMINUS

 

 


Referente: ISABELLA BERGAMINI


isabella.bergamini@oltrepomantovano.eu


Un distretto culturale è un’area geograficamente definita, capace di attivare un piano di valorizzazione dei beni culturali e ambientali che, fortemente connesso e integrato con il territorio e con le filiere economiche, sia in grado di incidere in modo determinante sullo sviluppo culturale, sociale ed economico locale.

DOMINUS  si è costituito grazie alla collaborazione di 13 comuni e con il supporto di Provincia di Mantova, Camera di Commercio, Laboratorio Technology Environment & Management (TEMA) del Polo regionale di Mantova del Politecnico di Milano, Associazione Industriali di Mantova, Sistema Bibliotecario “Legenda”, Consorzio Agrituristico Mantova, GAL Oltrepò Mantovano, Forma Mantova e Promoimpresa.

 

Obiettivi del distretto

Il distretto dell’Oltrepò Mantovano diventerà la Riserva del ‘900. In questa immagine si racchiude l’identità del territorio e la chiave interpretativa che ha orientato l’individuazione di obiettivi e strategie volti alla valorizzazione delle risorse culturali locali. Attraversata dal fiume Po, che ne ha conformato i caratteri ambientali, paesaggistici e insediativi, questa area geografica si connota come “luogo di confine”, spazio della contaminazione tra usi e tradizioni della cultura lombarda ed emiliano-veneta. Priorità strategica del piano d’azione, quindi, è la “messa in scena del ‘900”. Grazie al recupero di luoghi, paesaggi, inquadrature, manufatti e insediamenti sarà possibile restituire la fisionomia di un territorio fortemente legato all’Italia agricola e industriale tipica del primo Novecento. Il distretto dell’Oltrepo’ mantovano diventerà un luogo da visitare, un luogo simbolico in cui vivere l’esperienza di una cultura nazionale legata alla valorizzazione del paesaggio e dei prodotti agricoli intorno ai centri rurali.

 

 

Partner e cofinanziatori

Data l’importanza strategica del progetto “Distretti Culturali”, la Fondazione Cariplo ha partecipato alla realizzazione di DOMINUS, non solo in qualità di cofinanziatore, ma anche come soggetto ideatore e promotore dell’intera operazione.
DOMINUS è stato cofinanziato da un partenariato composto da:

 

 

Principali interventi previsti

Principali interventi sulle strutture: i principali interventi sul patrimonio tangibile, coerentemente con le linee strategiche del Distretto, riguardano interventi di restauro, ristrutturazione e allestimenti di spazi esistenti che per loro destinazione funzionale rispondono efficacemente all’obiettivo di rappresentare il Novecento e metterlo in scena. Gli interventi sono classificabili in tre categorie: 1) musei del Novecento; 2) musei del paesaggio, 3) teatri.

Valorizzazione integrata delle risorse culturali e creazione della rete dei musei: l’individuazione delle iniziative di carattere immateriale si è realizzata attorno alla necessità, più volte sottolineata dalle linee guida di Fondazione Cariplo per la redazione dello studio di fattibilità operativa, di fare dei beni culturali un vettore di crescita e di qualificazione del sistema locale. Gli interventi facenti parte di questa categoria di azioni riguardano le iniziative volte all’animazione dei presidi culturali, alla crescita culturale della popolazione, alla promozione del territorio come “riserva del ‘900” e alla comunicazione della sua nuova identità.

Promozione delle risorse locali: un’ulteriore linea di intervento riguarda la promozione dei prodotti e delle risorse locali attraverso il coinvolgimento degli operatori economici e delle filiere di produzione di prodotti tipici.

 

 

Risorse finanziarie

Per la costituzione del nuovo distretto culturale è stato formulato un progetto del valore complessivo di 11.101.576 al quale Fondazione Cariplo ha contribuito in qualità di soggetto cofinanziatore per euro 3.168.000.

Il gestore del Distretto DOMINUS è il Consorzio Oltrepò mantovano, ente con finalità statutaria volta a favorire lo sviluppo socioeconomico dell’area, attraverso la valorizzazione delle risorse territoriali.

 

 

Il Distretto è articolato nelle seguenti Azioni

1) restauro di alcune sale affrescate di Villa Bisighini di Carbonara di Po;

2) restauro del primo piano di Palazzo Cavriani di Felonica, da adibire a sede del museo della II guerra mondiale;

3) restauro e allestimento del piano terra dell’ex-convento di Santa Maria di Gonzaga per la creazione della sede espositiva delle opere del novecento;

4) restauro della ex Casa del Balilla di Quistello, restauro di alcuni graffiti parietali, fusione in bronzo di sculture;

5) Abbazia di San Benedetto in Polirone; restauro delle superfici interne del primo piano del chiostro di San Simeone, dell’area di accesso al museo Etnografico (chiostro dei Secolari e ala Gorni);

6) ristrutturazione del Museo della Galleria del Premio Suzzara per l’ampliamento della sede espositiva;

7) allestimento multimediale del Museo del Tartufo di Borgofranco sul Po;

8) restauro del “Chiavicone di Bondanello” per la creazione della sede dell’Ecomuseo delle bonifiche;

9) riqualificazione di annessi del Palazzo Municipale di San Giacomo delle Segnate per la creazione della sede dell’osservatorio del paesaggio dell’Oltrepò mantovano;

10) restauro e allestimento della sede del parco golenale del gruccione e del Centro di Educazione Ambientale (ex teleferica di Sermide);

11) restauro del piano terra del Palazzo municipale di Quingentole per la creazione di un centro di promozione delle attività culturali e di spettacolo nell’Oltrepò mantovano

12) iniziativa “Educare i giovani all’arte e alla cultura”;

13) iniziativa “Animazione dei presidi culturali”;

14) Promozione delle attività di animazione dei presidi culturali;

15) costituzione e promozione del Fondo architettura razionalista;

16) costituzione e promozione del Fondo fratelli Sissa;

17) ricerca e catalogazione opere pittoriche del Novecento;

18)  Fattorie in festa- fattorie aperte;

19) iniziativa “La strada dell’arte”;

20) Itinerari cicloturistici;

21) Le raccolte della famiglia agricola;

22) corsi e certificazioni competenze per imprese;

23) alta formazione – borsa per dottorato in valorizzazione dei beni culturali;

24) formazione professionale inoccupati e disoccupati;

25) formazione scuole secondarie;

26) funzionamento Distretto;

27) Geoportale dell’Oltrepo Mantovano;

28) progettazione, creazione e gestione portale web;

29) creazione di una biblioteca informatizzata;

30) progetto spazio e-commerce per accoglienza prodotti e servizi;

31) adattamento identità Oltrepò mantovano;

32) implementazione strumenti di comunicazione Oltrepò mantovano;

33) bando imprese creative: sostenere l’attività delle imprese creative dell’Oltrepò;

34) attività di promozione delle imprese agricole tramite il Gal dell’Oltrepò mantovano.


Referente: ISABELLA BERGAMINI


isabella.bergamini@oltrepomantovano.eu


ott 7, 2011